Boca, Viatri ko

mio articolo da MAGIC FOOTBALL del 19 ottobre 2011

Un brutto infortunio ai legamenti ha improvvisamente sottratto al panorama calcistico un campione in costante e prepotente ascesa. Panorama argentino oggi, internazionale e nello specifico europeo, magari addirittura italiano, un domani. E’ un ko momentaneo, certo, ma pur sempre nell’ordine dei sei mesi e come sempre in questi casi con strascichi fisici e psicologici tutti da verificare a tempo debito.

E’ davvero una disdetta. Questo ventiquattrenne originario di Buenos Aires era infatti riuscito a guadagnarsi definitivamente lo spazio che gli tocca nella prima squadra del Boca Juniors dopo parecchio tempo trascorso nella scia di Martin Palermo, anche se mai alla sua ombra. Sì, perché a dispetto della sua giovane età ma anche dell’inamovibilità del Loco fino al termine dello scorso Clausura, quando si è ritirato, Viatri non è mai stato considerato un rimpiazzo quanto piuttosto, appena possibile, un’altra pedina importante da utilizzare per rafforzare il reparto d’attacco. Oltre che, va da sé, prima scelta quando Palermo non c’era, come nel 2008 quando quest’ultimo dovette stare lontano dai campi sei mesi per infortunio e il giovane attaccante ne prese il posto facendo bene al punto che fu proprio l’optimista del gol a designarlo suo successore. Volendo guardare al futuro di Viatri con ottimismo, a proposito, l’affetto e la fiducia dimostratigli dal Loco e la coincidenza dei sei mesi di stop che sono toccati pure a lui possono essere più significativi di quanto sembri e preludere a una carriera altrettanto gloriosa – in cui la prima titolarità, non a caso, coincise alla vittoria di una Recopa Sudamericana.

Dopo un paio di brevi esperienze in Ecuador e Venezuela, dal suo debutto in ‘azul y oro’ nel maggio 2008 Viatri ha disputato più di ottanta incontri segnando 24 gol, davvero notevole se si pensa che metà delle volte è entrato a partita in corso. Otto reti le ha messe a segno nell’Apertura 2008, quando fu il capocannoniere del Boca che si laureò campione. I suoi numeri, però, colpiscono ancor più pensando che non sempre si è mosso da prima punta, in particolar modo quest’ultimo semestre quando, senza più Palermo e con Riquelme a mezzo servizio benché in ripresa, c’è stato bisogno di un giocatore d’attacco versatile. Quel che ‘el Puma’ ha dimostrato di essere, come sottolineato dall’opinionista Walter Vargas che di lui fece la descrizione migliore dicendo che “… se si tratta di colpire di testa il ragazzo sa farlo… e se la tocca con la sinistra sembra mancino mentre quando lo fa con la destra sembra un destro naturale… e… riesce a inventare un gol dal nulla, non da fare lui ma da far fare a un compagno, con un assist alla Bochini o alla Maradona, come preferite, di quelli che non resta che buttarla dentro… ”

Al Boca, dichiarazioni ufficiali a parte, patiranno certamente la sua assenza. A maggior ragione adesso che, primi e in fuga, Falcioni dovrà trovargli un degno sostituto oppure cambiare modulo per ottenere in modo diverso quel che lui sapeva dare al gruppo. Tralasciando la pista Tevez, difficilmente praticabile, si tratti di Mouche, Blandi o Gaona Lugo piuttosto che di uno Cvitanich utilizzato diversamente, per inesperienza o qualità nessuno vale Viatri. E con Riquelme di nuovo infortunato l’indisponibilità dell’unico giocatore offensivo in grado di ricoprire contemporaneamente – oltre che bene – più ruoli a seconda del momento, nella stessa partita, peserà.

Come gli Xeneizes ne verranno fuori si vedrà: riguarda loro direttamente e l’Argentina di riflesso, anche se classe di Viatri è tale che i prossimi mesi, calcisticamente parlando, saranno impoveriti in assoluto. Con rammarico in primis dello stesso giocatore e poi del suo Club, che di veri campioni fatti in casa non ne ha mai sfornati troppi avendone semmai fatti crescere parecchi dopo averli prelevati altrove, ma anche di tutto l’ambiente. In un momento storico, questo, in cui di classe c’è bisogno e il coraggio di affidarsi a degli estrosi talenti spesso manca ma questa volta sembrava che qualcuno, pare la Juventus, l’avesse trovato.

Posta un commento o usa questo indirizzo per il trackback.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: